Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Questo sito non usa cookie di profilazione. Puoi continuare a navigare in questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su “Accetto” permettendo il loro utilizzo.
Per ulteriori informazioni consulta la nostra privacy policy.

Articoli e interviste su sciamanesimo e tensegrità Articoli e interviste su sciamanesimo e tensegrità

Suggerimenti per una buona salute sciamanica - di Luciano Silva

Come proteggere i nostri varchi e portali dalle intrusioni psichiche ed energetiche

17/02/2023

Il viaggio sciamanico, cosi come lo spazio del sogno, è un viaggio dentro e fuori la nostra coscienza. Si visitano mondi interni ed esterni, mondi paralleli e inframondi, e in questi mondi può capitare, così come accade per strada nella vita ordinaria di tutti i giorni, di fare incontri con entità sconosciute che possono lasciarci nel dubbio sulle loro intenzioni o peggio trascinarci in spazi oscuri di bassa energia. Occorre praticare dunque discernimento e soprattutto stabilire una solida relazione con i nostri spiriti alleati che possono darci quella ampiezza di visione tale da poter comprendere se è qualcuno che ci chiede aiuto, senza per questo indulgere in scambi o sottostare a ricatti, o invece qualcuno che vuole sottrarci qualcosa o agire in maniera subdola e manipolatoria. Un saldo rapporto con i propri spiriti alleati aiuta inoltre a proteggere i nostri confini e il nostro passaggio tra i mondi.

Tra gli spiriti aiutanti appare spesso qualcuno, o sarebbe opportuno cercare, che possa svolgere anche la funzione di “guardiano della soglia”1, quelle figure che ci aiutano nelle transizioni, che proteggono i nostri passaggi da una dimensione a un'altra, chiudendo le porte quando necessario affinché nessuna forza o energia intrusiva si possa intromettere.

Questo stesso guardiano vi potrà dire come invocarlo all’inizio e alla fine di ogni passaggio, come all’inizio di un viaggio sciamanico o di un sogno e come chiamarlo di nuovo alla fine affinché chiuda il nostro varco che abbiamo aperto nella nostra coscienza ordinaria per accedere al mondo spirituale. Se incontrate Hermes, Ganesh o una volpe come guardiano della soglia potete farvi trasmettere direttamente da questa entità una invocazione che vada bene per lui (e per voi) per chiedere la sua protezione durante le vostre esperienze sciamaniche od oniriche, nelle vostre fasi di passaggio nella vita, nei momenti di cambiamento, anche di cose ordinarie come case, lavoro, relazioni o viaggi. Per gli antichi romani anche la soglia di casa ha uno spirito, il limen, ed era opportuno invocare le sue grazie e protezioni quando si entrava o si usciva dall’abitazione (rappresentazione metaforica ed onirica dell’anima).

Ci sentiamo spesso rivolgere, soprattutto da chi si avvicina per la prima volta all’esperienza sciamanica di contatto e relazione con gli spiriti, richieste di protezione, ovvero strumenti per poter comprendere la natura delle entità che ci raggiungono, o verso le quali veniamo chiamati o accompagnati, sia nello stato sciamanico di coscienza che nello spazio del sogno (stati di coscienza del resto simili e contigui). Da qui l’importanza fondamentale di tessere anzitutto un forte rapporto di sacra reciprocità e fiducia con i nostri spiriti alleati o che almeno si presentino come tali, in qualsiasi forma li percepiamo (animali di potere, spiriti della natura, antenati ancestrali, maestri spirituali ecc..) perché questa connessione è più di ogni altro accorgimento garanzia che i nostri viaggi al di fuori della coscienza ordinaria si possano svolgere in totale sicurezza e i nostri incontri non possano che essere prodromi di conoscenza e guarigione. Questo non impedisce che possiate incontrare entità oscure a caccia di energia, così come, benché voi siate esperti guidatori, non si esclude che possiate trovare un giorno sulla vostra strada qualche neopatentato che non rispetta il semaforo rosso!

Tendete a frequentare o mantenere o addirittura indulgere in relazioni controllanti, abusanti o manipolatorie nella vostra vita? Aspettatevi di avere lo stesso tipo di incontri nei vostri sogni o nei vostri viaggi fuori dalla coscienza ordinaria. Ciò che è in alto è come ciò che c’è in basso, portare attenzione a con cosa ci nutriamo, nel senso più ampio del termine, è il primo passo per ripulire la nostra vita, il nostro spazio fisico, energetico, psichico, da energie intrusive e nocive, da tutte quelle tossicità (forme pensiero, paure, schemi ripetitivi, ideologie limitanti e giudicanti, ecc…) che possono poi prendere forma anche nei nostri sogni e visioni.

In ogni caso, specie nei momenti di bassa energia o particolare vulnerabilità, occorre stare attenti a ciò che si muove dentro e fuori di noi, nei vari spazi o stati che ci troviamo a vivere e nei vari livelli di cui si compone la nostra esperienza. Ma questo vale anche quando andate al lavoro, vi mettete in auto per strada o vi trovate in coda alle poste a pagare le vostre bollette!

La separazione che talvolta mettiamo tra le cose che facciamo nella nostra vita ordinaria, il lavoro, le nostre relazioni, le nostre passioni, e il cammino spirituale che ciascuno di noi fa è del tutto illusoria. È opportuno se necessario, dati i tempi in cui viviamo, separare il sacro dal profano, ma con l’obiettivo di sacralizzare ciò che è profano e non perseguire la sua separazione come indispensabile e definitiva. Se trovassimo delle distanze o differenze da colmare tra ciò che noi siamo al lavoro o in famiglia e in una pratica spirituale, ebbene sarebbe il caso di portare il nostro essere spirituale al lavoro o in famiglia, ovvero adoperarsi per “spiritualizzare la materia” e non il contrario (come ahimè spesso si vede in giro).

E’ in questo modo che i nostri progressi raggiunti, pochi o tanti che siano, nel cammino spirituale possono diffondersi e sostenerci anche in ambiti che riteniamo lontani o addirittura ostili alla nostra crescita interiore. Chi intraprendere un cammino sciamanico viene a scoprire prima o poi che si viene chiamati a portare luce laddove regna l’oscurità, a donare un sogno a chi non sogna più, a recuperare parti rimaste disperse nelle anime confuse e frammentate dalle insidie del nostro tempo, a riaccendere un entusiasmo laddove la fiamma si è spenta.

Se si resta centrati nel cammino, in nostri spiriti non esitano mai all’occorrenza a sostenerci e ad assisterci, dandoci forza, protezione, guida, visione, direzione. Ma il lavoro si fa in due, si cammina assieme fianco a fianco, ricordiamoci che anche noi siamo spiriti che stanno facendo una esperienza umana, il nostro rapporto con loro è di fratellanza, non di sudditanza e nemmeno di arroganza.  

Dunque, cosa possiamo fare per cercare di tutelarci e mantenere una “buona salute sciamanica”?

Qui alcuni suggerimenti che pensiamo possano essere di aiuto ai “viaggiatori della coscienza”, sciamani, onironauti, o altri tipi di esploratori dell’infinitamente piccolo e dell’infinitamente grande, un elenco che non ha nessuna pretesa di essere n’è esaustivo n’è altrettanto completo, ciascuno di voi saprà in base alle circostanze quale altro strumento, talento o dono che già avete sarà il caso di mettere in gioco per affrontare il vostro “nemico”, interiore o esteriore, o affrontare al meglio ciò che si sta muovendo nell’aria…

Cominciamo…   

 

Restate radicati. Passate del tempo in natura, la natura ha il potere di farvi restare radicati e in contatto con le vostre risorse personali e transpersonali. Restate connessi con i poteri degli elementi, della terra, dell’aria, del fuoco e dell’acqua.

 

 

Controllate e proteggete i vostri confini. Fate attenzione a ciò che invitate nel vostro spazio, non solo in senso fisico. Oltre a tenere pulito lo spazio ove operate, ricordate, prima di partire per il viaggio sciamanico, di chiamare il vostro spirito guardiano e i vostri spiriti delle direzioni in modo da proteggere lo spazio psichico ed energetico da potenziali energie intrusive. Se operate nella luce, ed espandete la vostra luce come una sfera che riempie e avvolge tutto lo spazio attorno a voi, questo aiuterà ad attirare energie e spiriti di luce e a respingere coloro che prediligono energie basse e oscure.

 

Il simile attira il simile. Il principio è lo stesso di ciò che accade nella vita quotidiana. Se in un certo momento vi sentiti invasi o posseduti da una qualche forma pensiero, uno stato di ansia e angoscia per qualcosa o da qualche paura, aspettatevi che energie che vibrino di quella frequenza possano essere attratte da voi; se siete invasi dall’idea di essere costantemente in un viaggio cosmico continuo e accecati dal falso potere del vostro ego, aspettatevi di essere circondati da egomaniaci, incarnati o disincarnati, desiderosi di competere con voi. Se il vostro intento nella vita è apprendere e portare al mondo doni di guarigione e consapevolezza difficilmente sarete raggiunti da entità o spiriti malevoli. State attenti a dove ponete la vostra attenzione, dove va l’attenzione va l’energia.

 

Fate qualcosa ogni giorno per restare connessi al vostro potere personale. Non fatevi manipolare o strumentalizzare dagli altri che proiettano su di voi le loro aspettative, i loro successi o fallimenti. Cercate di restare neutri e osservatori di quanto si muove nel mondo fuori e dentro di voi per mantenere quella vigilanza utile per evitare di restare intrappolati in cose senz’anima.

 

Affrontate le vostre paure. Tendiamo spesso a proiettarle su un nemico esterno a noi ma a nulla serve se il “nemico” è dentro di noi. Gestite le vostre paure come per gli incubi, affrontate il vostro nemico ad occhi aperti e restando centrati in voi stessi, ricordando che un aiuto è sempre disponibile qualora ne sentiste la necessità. Non fatevi governare dalla paura.

 

 

Ci sono brutti vicini nella vita di veglia così come sul piano astrale. Se voi decideste di passare il vostro tempo nel modo peggiore o di andare in un bar a mezzanotte nel centro di Caracas e invitare tutti i presenti a bere una birra con voi, dovreste aspettarvi prima o poi di avere dei problemi. I livelli bassi del piano astrale – che gli occultisti chiamano sublunare – sono popolati da anime perdute (sia morte che viventi) guidati da strani appetiti e dipendenze. Meglio se non indulgete a stare in quei luoghi, a meno che non venite chiamati ad assolvere un compito specifico, e in tal caso vedete di andarci ben accompagnati chiedendo aiuto e in protezione.

 

Controllate il vostro livello energetico.

Se percepite sbalzi improvvisi ingiustificati, ovvero non siete affetti da qualche patologia o qualche fragilità emotiva in corso, procedete a sottoporvi a una pulizia energetica, chiedete ai vostri spiriti di agire su voi stessi per monitorare il vostro campo energetico oppure, se il problema persiste, meglio rivolgersi all’occhio esterno di un operatore specializzato di vostra fiducia che possa fare un viaggio “diagnostico” per voi o intervenire direttamente per rimuovere l’intrusione.

 

Osservate la vostra mente.

Controllate i vostri pensieri e sentimenti. Cercate di distinguere ciò che vi appartiene e cosa no. Se trovate un'immagine o una oscura memoria di vita senza alcun motivo apparente, o un improvviso cambiamento nei vostri sentimenti o nel livello di energia, osservate se state per caso ricevendo qualcosa da qualcun altro col quale vi siete identificati inconsciamente o se qualcun altro si è messo in contatto psichico con voi senza chiedervi il permesso e a vostra insaputa.

 

Guardatevi dalle vostre proiezioni e dai demoni emozionali.

La proiezione inconscia è la fonte di un'enorme quantità di confusione psichica e genera un inutile conflitto. Quanto meno le riconosciamo in noi tanto più tendiamo a proiettarle sugli altri. Questi “demoni emozionali” possono raggiungere altre persone che si trovano, loro malgrado, in questo campo oscuro di confusione, si trovano avvolti da una specie di presenza fantasmatica senza sapere da dove viene. Ancora una volta, dobbiamo essere sempre pronti a chiedere cosa ci appartiene e cosa no, a discernere dove vogliamo mettere la nostra energia e cosa vogliamo nutrire. Lo sport più diffuso oggi è proiettare i propri conflitti irrisolti su qualcun altro, qualcuno che vorremmo vedere morto perché la nostra “buona coscienza” reputa essere il colpevole delle nostre disgrazie.

 

Mens agitat molem, dice Virgilio nell’Eneide, ovvero Lo spirito vivifica la materia. I nostri pensieri o sentimenti per un'altra persona, “positivi o negativi” che siano, può metterci in contatto con quella persona, non solo telepaticamente, ma anche energeticamente. È come se lanciassimo una fibra di energia verso quella persona che usiamo come canale di comunicazione, attraverso la quale veicoliamo la nostra informazione. La velocità e la forza con cui i pensieri o le sensazioni raggiungono un'altra persona sono condizionate dalla sensibilità e apertura del destinatario, dal livello di connessione psichica tra mittente e ricevente e dalla forza dell'emozione e dell'intenzione focalizzata nell'invio. La guarigione a distanza, la telepatia benigna, la passione romantica e l'attacco psichico funzionano in questo modo.

 

Spiriti alleati. Lavorando con l’energia, potete crearvi delle protezioni energetiche itineranti, adatte allo scopo. Se andaste in viaggio in Africa, potrebbe esservi utile mettervi in valigia un buon repellente per insetti o forse anche vaccinarvi per la malaria e altre malattie. Potete immaginare di costruire una sfera di luce blu attorno a voi, indossare il mantello dell’invisibilità di Harry Potter, indossare un oggetto di potere che vi renda invulnerabili. Se non sapete cosa fare per proteggervi in certe circostanze, potrebbe questo essere un buon motivo per fare un viaggio sciamanico dai vostri aiutanti e chiederlo a loro. Ma ricordatevi, i vostri spiriti alleati sono i vostri maggiori protettori, se siete in stretto contatto con loro non vi dovrebbe servire altro.

 

Controllate i vostri sogni e monitorate i vostri messaggi nella sincronicità del giorno.

Se siete stati oggetto di una intrusione psichica o energetica, è probabile che i vostri sogni ve lo mostrino. In tal caso, ricordate che la prima cosa è ricostruire i confini e proteggerli, poi preoccupatevi di allontanare quella intrusione o provvedete ad estrarla. L’estrazione delle intrusioni fa parte degli strumenti dello sciamano che con l’aiuto di spiriti specializzati può vedere e rintracciare la natura di queste intrusioni sino ad estrarle e riportarle laddove sono venute.

 

Praticate il discernimento.

Non tollerate alcuna relazione con entità spirituali (dentro o fuori dal corpo) che desiderano trattarvi in termini di sottomissione o dominio. Non seguite programmi o individui che compromettano la vostra energia e attentino il vostro potere personale, figure che anziché mettervi in contatto con le vostre risorse e accompagnarvi su una strada di auto-discernimento, hanno loro la pretesa di dirvi cosa e come fare le cose, cose che solitamente possono fare solo loro e di cui hanno i diritti esclusivi. Non cedete il vostro potere a nessuno, spiriti compresi. Non accettate ricatti, neanche dagli spiriti. Tra il ricatto e un equo scambio basato su un rapporto di sacra reciprocità c’è una bella differenza. Ricordatevi che il vostro insegnante di vita - che è sempre presente e non vi mentirà mai - non è fuori di voi o è un guru terreno, è il vostro Sé superiore.

 

Ricordatevi, almeno una volta al giorno, di ridere!

Tommaso Moro disse a tal proposito, con il linguaggio rivestito dalla sua fede cattolica: "Il diavolo, lo spirito orgoglioso, non può sopportare di essere deriso". Il cammino può essere leggero, sobrio, ma al tempo stesso costante e determinato. Non è importante quante volte si cade, ma quante volte ci si rialza per continuare a camminare e a ridere anche delle nostre cadute. La caduta è umana, la caducità appartiene alla natura del nostro universo. Riderci sopra aiuta a sollevarci dalle nostre cadute.

 

 

 

NOTE

1. Sulla figura del “guardiano della soglia”, vedi il contributo di Robert Moss pubblicato in questo sito: “Onorare il guardiano della soglia, danzare con il trickster e anche "Vagare nello spazio liminale - Il Trickster nel folklore e nella mitologia europea - di Heather O'Brien

I contenuti pubblicati in questa pagina sono protetti dalla normativa vigente in materia di tutela del diritto d'autore, legge 633/1941 e successive modifiche ed integrazioni. È vietata per qualsiasi fine o utilizzo, la riproduzione integrale su internet e su qualsiasi altro supporto cartaceo e/o digitale senza la preventiva autorizzazione. Immagini, grafici e testi, in originale, riprodotti o tradotti, appartengono ai rispettivi proprietari.




Indietro

Corso di formazione su L'Arte del Sognare Sciamanico®

Corso di formazione su L'Arte del Sognare Sciamanico®

2^ Edizione 2024-2025

8 moduli/week end, uno ogni 2 o 3 mesi, per esplorare le tecniche sciamaniche per aumentare la nostra consapevolezza nei sogni, reclamare i loro poteri, aprire portali di guarigione e trasformazione con le nostre guide e maestri spirituali. 

Early bird price per iscrizioni entro il 30 Giugno.

Partenza 28 Settembre 2024. Chiusura iscrizioni il 31 Agosto o al raggiungimento del numero massimo di posti disponibili. 

Per informazioni e iscrizioni

I prossimi eventi

Costellazioni Familiari Sciamaniche®

Costellazioni Familiari Sciamaniche®

I Movimenti di guarigione degli Spiriti - Giornata di costellazioni sciamaniche a tema libero.

(30/06/2024)

Sciamanesimo e Genealogia - La Pulizia delle Linee Ancestrali

Sciamanesimo e Genealogia - La Pulizia delle Linee Ancestrali

4° Modulo - 14° Corso di Formazione biennale sciamanesimo 2024-2025

(14/09/2024 - 15/09/2024)

Articoli e interviste

Sognare con Palulukon – l’arte del sognare tra gli Hopi per chiamare la pioggia - di Luciano Silva

Sognare con Palulukon – l’arte del sognare tra gli Hopi per chiamare la pioggia - di Luciano Silva

L'importanza dei sogni tra gli Hopi, l'incontro con lo Spirito dell'Acqua e la Danza del Serpente

(03/05/2024)

La visione in sogno del "Sole di Mezzanotte" nel sufismo iraniano - di Luciano Silva

La visione in sogno del "Sole di Mezzanotte" nel sufismo iraniano - di Luciano Silva

Gli stati tra sonno e veglia come luogo di risveglio e iniziazione nella mistica sufi.

(29/04/2024)

Il Tempo del Sogno degli aborigeni australiani - di Luciano Silva

Il Tempo del Sogno degli aborigeni australiani - di Luciano Silva

Spunti e riflessioni da “”The Dreaming” di W.E.H.Stanner

(08/04/2024)

Gli Spiriti della Natura - Viaggi sciamanici nel Mondo di Mezzo Vol1. - di Luciano Silva

Gli Spiriti della Natura - Viaggi sciamanici nel Mondo di Mezzo Vol1. - di Luciano Silva

Gli Spiriti della Natura - Viaggi sciamanici nel Mondo di Mezzo. Volume 1.

Il nuovo libro di Luciano Silva disponibile in libreria e online - Edizioni Crisalide. 

Costellazioni Familiari Sciamaniche - Storie dai giardini della preesistenza. di Luciano Silva

Costellazioni Familiari Sciamaniche - Storie dai giardini della preesistenza. di Luciano Silva

In questo spazio si respira un'aria diversa, risplende un'altra luce, regna un amore incondizionato e compassionevole in grado di accogliere tutto e tutti. In esso ci si apre a un nuovo futuro, a un altro futuro. In esso, riprendiamo a vivere la nostra Grande Storia.

Edizioni Crisalide 2016.

Social media

Seguici su Facebook  Seguici su Instagram  Seguici su YouTube  Seguici su Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti riceverai periodicamente, con cadenza mediamente quindicinale, la newsletter dell'Associazione Il Cerchio Sciamanico, con tutte le informazioni necessarie per tenerti sempre aggiornato su attività ed eventi in programma.

Iscriviti qui  >

L' Associazione è membro di:

The Foundation for Shamanic StudiesThe Society for Shamanic Practice

Il Cerchio Sciamanico

 

Associazione Culturale

Via Campagna 80/B

21056 Induno Olona (VA)

Contatti

 

Email: info@ilcerchiosciamanico.it

Tel: 338 183 89 83

Fax: 0332 204 364

Legal

 

P. Iva: 03109910129

Disclaimer

Privacy policy

Website Design