Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Questo sito non usa cookie di profilazione. Puoi continuare a navigare in questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su “Accetto” permettendo il loro utilizzo.
Per ulteriori informazioni consulta la nostra privacy policy.

Articoli e interviste su sciamanesimo e tensegrità Articoli e interviste su sciamanesimo e tensegrità

Il benessere? Imparalo dagli sciamani

Pubblichiamo di seguito su cortese concessione l’articolo con l’intervista a Renata Murez sulla Tensegrità apparso sul numero 26 del 26 Giugno 2009 della rivista “Viveresani&belli”.

19/08/2009

Servizio di Silvia Finazzi con la consulenza di Nello Ceccon.

Il metodo arriva direttamente dalle antiche popolazioni del Messico ed è stato riadattato da un famoso antropologo. Grazie a una tecnica particolare, aiuta a raggiungere uno stato di completezza.

 

Passi magici per vivere meglio

La tecnica dei passi magici (detta “tensegrità”) è stata messa a punto da Carlos Castaneda, un antropologo molto noto dagli anni 60 ai 90, grazie al suo interesse per le culture alternative.

- Lo studioso ha fatto un importante lavoro di ricerca in Messico, entrando in contatto con una realtà molto particolare: quella delle antiche popolazioni sciamaniche. Il suo maestro è stato don Juan Matus, un erede di questo popolo.

- Lo sciamanismo o sciamanesimo è il metodo più antico di utilizzare uno stato alterato di coscienza per ottenere la guarigione e trovare soluzione ai problemi. Gli sciamani sono stati i primi guaritori e soccorritori nella vita e nella morte. Grazie all’incontro con questa tradizione, Carlos Castaneda ha dato vita ai “passi magici”. Lo scopo è simile a quello che si prefiggevano gli antichi messicani: con determinati movimenti, posizioni e respiri, cercare di raggiungere uno stato di benessere e di completezza.

 

Semplici movimenti adatti a tutti

Vediamo, a titolo esemplificativo, un esempio di passo magico: “il salvavita”.

In posizione eretta, con i piedi a una distanza equivalente alla larghezza delle spalle, piegare le ginocchia (se guardando in basso si riesce a vedere la punta dei piedi che si estende oltre le ginocchia, piegare ancora di più le ginocchia). Tenere le braccia lungo i fianchi, leggermente piegate all’altezza dei gomiti, mai completamente estese, i pollici chiusi o piegati verso il bordo esterno del palmo, aperto e appiattito.

Quindi, tenendo i piedi fermamente piantati e le gambe fisse, ruotare la parte superiore del corpo a sinistra e poi a destra, ripetutamente, permettendo alle braccia e alle mani di dondolare liberamente.

Secondo i veggenti dell’antico Messico, questo passo magico ha due benefici:

- a livello fisico, contrasta il modo di vivere sedentario, attraverso la rotazione degli organi interni, altrimenti ristagnanti, garantendo loro un rifornimento di energia rinnovata e circolante;

- a livello energetico, rende chi lo pratica vivace, come pure deciso e determinato nelle attività e nel pensiero.

 

Si lavora anche sulle emozioni

In genere, la tecnica dei passi magici è abbinata alla pratica della ricapitolazione: si tratta di un’analisi degli eventi principali della propria vita che ha lo scopo di individuare quei modelli ripetitivi che ogni persona tende ad applicare in quasi tutte le situazioni che si trova a vivere e a ripetere all’infinito.

- Una volta rintracciati questi schemi fissi, che fanno agire l’individuo in maniera sempre uguale, è possibile liberarsene. In questo modo, la persona è davvero libera, senza condizionamenti.

- Durante un incontro/seminario di tensegrità, dunque, si lavora sia a livello corporeo sia a livello mentale, invitando la persona a compiere i movimenti derivati dalla tradizione sciamanica (i passi magici), a rispondere ad alcune domande e a fare alcune riflessioni (previste dalla ricapitolazione). Questo doppio lavoro, fisico e mentale, aiuta a riconoscere i propri schemi fissi e a liberarsene.

- Anche i passi magici, infatti, sono utili in questo senso: secondo gli sciamani a ogni area del corpo sono collegate determinate memorie. Quindi, in base ai gesti compiuti, si portano alla luce emozioni e schemi specifici.

 

I benefici del metodo

1. Libera dai condizionamenti

Innanzi tutto, la tensegrità aiuta a individuare quegli schemi fissi che condizionano la vita di una persona. Si tratta di barriere mentali, ma anche fisiche, sociali, culturali. La tecnica riesce, infatti, ad agire a più livelli. In genere, gli incontri di passi magici sono rivolti ogni volta ad aree diverse; si può indagare più la sfera pratica, per esempio portando un individuo a scoprire come mangia, dorme e vive, oppure indagare di più quella comportamentale, cercando di capire il modo di pensare e di gestire le emozioni di un individuo. In ogni caso, l’insegnante aiuta la persona a scoprire i punti salienti della propria vita. Si va a ritroso, rivivendo episodi passati. Attraverso i passi magici e l’analisi della ricapitolazione, l’individuo riesce a conoscere meglio se stesso e a liberarsi dei condizionamenti.

2. Aiuta a conoscersi meglio

Grazie al lavoro compiuto su se stessa, sia a livello fisico sia a livello mentale, la persona riesce anche a individuare i propri punti di forza e i propri punti deboli. Capisce, quindi, in quali aree deve migliorare e in quali è già a buon punto.

Affina anche le personali capacità percettive, aumentando la consapevolezza del corpo fisico, ma anche del corpo energetico.

3. Risveglia l’energia

I passi magici stimolano alcuni punti di collegamento tra il corpo fisico e quello energetico, e attivano aree che sono spesso inutilizzate.

Queste due azioni combinate permettono di raggiungere uno stato di profondo benessere e consentono di raggiungere un senso di completezza. La mente, infatti, non vaga più in modo confuso da un pensiero all’altro, ma è rilassata e distesa, a riposo.

4. Allena tutto il corpo

La tecnica si basa su decine di movimenti. Gesti semplici, ma che coinvolgono tutto il corpo e che possono essere combinati tra loro. Durante la pratica della disciplina, quindi, si compie anche un buon allenamento fisico e muscolare. Si sciolgono tutte le articolazioni e i gruppi muscolari, allentando le tensioni e rilassando il corpo.

 

LE PAROLE-CHIAVE? TENSIONE E INTEGRITÀ

La moderna tecnica dei passi magici” è chiamata anche tensegrità. La parola è una combinazione di due termini: tensione e integrità. Il senso è dare uguale attenzione a tutte le parti dell’essere e a ogni aspetto delle azioni che si compiono, perché tutti gli elementi di una persona sono collegati, in tensione e con integrità tra loro e non si possono considerare separatamente. La tensegrità prevede gesti molto semplici, da compiere in sincronia con il respiro: lo stato di coscienza si altera e permette di assumere maggiore consapevolezza di sé.

 

L’intervista a Renata Murez

Renata Murez è la direttrice di una società che finanzia e organizza sessioni e corsi sulla tensegrità. Le abbiamo chiesto di parlarci meglio di questa tecnica.

 

Come definirebbe i passi magici?

Sono movimenti, posizioni del corpo e respirazioni usate dai veggenti nell’antico Messico. Secondo loro, tutti gli esseri umani compiono nella loro vita un viaggio di consapevolezza, che però spesso viene interrotto da alcune distrazioni. Infatti moti tendono a concentrarsi solo sulle piccole preoccupazioni quotidiane. Riprendere il viaggio di consapevolezza, però, è possibile, attraverso specifiche pratiche di cui fanno parte i passi magici.

Perché sono definiti “magici”?

Perché ridistribuiscono la nostra energia, allontanandola dall’intorpidimento e dai modelli comportamentali ripetitivi, che sono associati a posizioni del corpo stagnanti e limitanti nel respiro. In questo modo, i passi ci riportano a scoprire le risorse nascoste che non usiamo mai (elevati stati di benessere fisico, chiarezza mentale, concentrazione e sobrietà emozionale). A un alto livello, hanno anche un effetto trascendentale.

In che senso?

Grazie alla calma e alla quiete trasmesse, aiutano a far emergere il corpo energetico, che gli antichi veggenti credevano alimentasse il corpo fisico di salute, curiosità, motivazione ed energia vitale.

Può essere utile nella vita di tutti i giorni?

Carlos Castaneda usava dire che la pratica dei passi magici al mattino era meglio di una tazzina di caffè espresso! E più che riempirci con una botta di caffeina, i passi magici ci riportano ad uno stato originale di energia vitale, impegnando ogni giorno e ogni momento con freschezza, originalità e un’attenzione che va oltre noi stessi per raggiungere i nostri simili. Possedere questo stato di elevata consapevolezza può solo contribuire alla completezza, alla vastità e alla libertà d’azione della propria vita.

Con quali benefici?

In questo modo si è in grado di elevarsi oltre le azioni insignificanti e i normali disturbi quotidiani, con una visione più grande, dove entrano spirito ed energia. Dove, come diceva Castaneda, “uno assume la responsabilità di essere qui, in questo meraviglioso mondo, in questo meraviglioso momento”.

I contenuti pubblicati in questa pagina sono protetti dalla normativa vigente in materia di tutela del diritto d'autore, legge 633/1941 e successive modifiche ed integrazioni. È vietata per qualsiasi fine o utilizzo, la riproduzione integrale su internet e su qualsiasi altro supporto cartaceo e/o digitale senza la preventiva autorizzazione. Immagini, grafici e testi, in originale, riprodotti o tradotti, appartengono ai rispettivi proprietari.




Indietro

Corso di formazione biennale in Sciamanesimo - Livello 1 - 13^ Edizione 2023-2024

Corso di formazione biennale in Sciamanesimo - Livello 1 - 13^ Edizione 2023-2024

La Guarigione dell'Anima e Metamorfosi dell'Io.

13^ Edizione - 18 Febbraio 2023 - Giugno 2024

8 moduli, un weekend ogni 2/3 mesi

Sede Induno Olona (Varese)

Ultimi posti disponibili.

Per informazioni e iscrizioni

Corso di formazione in Sciamanesimo e Tempo atmosferico

Corso di formazione in Sciamanesimo e Tempo atmosferico

1^ Edizione - 25 Marzo - 19 Novembre 2023

5 moduli, un weekend ogni 2 mesi

Sede Induno Olona (Varese)

Early bird price per iscrizioni entro il 28 Febbraio. Posti limitati.

Per informazioni e iscrizioni

I prossimi eventi

Social media

Seguici su Facebook  Seguici su Instagram  Seguici su YouTube

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti riceverai periodicamente, con cadenza mediamente quindicinale, la newsletter dell'Associazione Il Cerchio Sciamanico, con tutte le informazioni necessarie per tenerti sempre aggiornato su attività ed eventi in programma.

Iscriviti qui  >

L' Associazione è membro di:

The Foundation for Shamanic StudiesThe Society for Shamanic Practice

Il Cerchio Sciamanico

 

Associazione Culturale

Via Campagna 80/B

21056 Induno Olona (VA)

Contatti

 

Email: info@ilcerchiosciamanico.it

Tel: 338 183 89 83

Fax: 0332 204 364

Legal

 

P. Iva: 03109910129

Disclaimer

Privacy policy

Website Design