Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Questo sito non usa cookie di profilazione. Puoi continuare a navigare in questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su “Accetto” permettendo il loro utilizzo. Per ulteriori informazioni consulta la nostra privacy policy.  

Coming soon

Corso di formazione biennale in Sciamanesimo - 9^ Edizione - 2019-2020

Inizio 16 Febbraio 2019 - Fine 28 Giugno 2020

Un percorso esperienziale di crescita personale, di trasmutazione e di guarigione, con tecniche di core-shamanism e pratiche apprese direttamente dagli operatori da sciamani, spiritisti e guaritori indigeni.

Chiusura iscrizioni 31 Gennaio 2019- Posti limitati

>> Maggiori informazioni

Il nuovo libro di Luciano Silva

Costellazioni familiari sciamaniche: un libro di Luciano Silva

In questo spazio si respira un'aria diversa, risplende un'altra luce, regna un amore incondizionato e compassionevole in grado di accogliere tutto e tutti. In esso ci si apre a un nuovo futuro, a un altro futuro. In esso, riprendiamo a vivere la nostra Grande Storia.

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Le ultime news

CONVENZIONE PER PERNOTTAMENTI PRESSO L'HOTEL VILLA PORRO PIRELLI
(08/01/2019)

Active Dreaming - La Via del Sognare attivo - Cerchi del Sogno e Seminari
(23/11/2018)

La scomparsa di Doña Julia Julieta Casimiro - sacerdotessa mazateca dei funghi sacri
(24/07/2018)

In Memoria di Michael Harner
(09/02/2018)

Articoli e interviste

Falsi ricordi, falsi terapeuti e terapie regressive - di Luciano Silva
(28/09/2018)

Uno studio sul recupero dell'anima - di Cheryl Bearman Maddock
(10/09/2018)

La sfida dei "Piccoli Tiranni" - di Luciano Silva
(30/08/2018)

Le Costellazioni Familiari Sciamaniche® per la guarigione dei traumi - di Luciano Silva
(20/07/2018)

Letture suggerite

Sciamanesimo e Guarigione: un libro di Luciano Silva

Il potere è impersonale, è sempre lo spirito a decidere a chi far giungere il suo soffio liberatorio.


Robert Moss, "Il ragazzo che tornò dall'aldilà", Ediz. Oscar Mondadori

>> Vai alla bibliografia generale

Eventi > Le Chiese e il loro Dio

Dogmi, Tabù, Credenze, Precetti, Sortilegi - Come agiscono dentro di noi?




“Nel profondo sai di essere capace di rifiutare l’accordo in base al quale una parte indispensabile di te, la patina luminosa di consapevolezza, costituisce incomprensibilmente il nutrimento di entità altrettanto incomprensibili. Ma un’altra parte di te lo respinge con tutta la sua forza.

L’opera rivoluzionaria degli sciamani sta proprio nel loro rifiuto di onorare un accordo a cui non hanno partecipato. Nessuno mi ha mai chiesto se acconsentivo a darmi in pasto ad esseri dotati di una diversa consapevolezza. Semplicemente, i miei genitori mi hanno messo al mondo perché fossi cibo, proprio come loro, e questo è quanto.
Carlos Castaneda: Il lato attivo dell’infinito

 

"Le persone possono dire di essere dei grandi peccatori: siamo stati educati all’idea della gioia del cielo concessa ai peccatori pentiti, e siamo stati allevati a pensare che, se ci si pente, si è dei bravi ragazzi. È una cosa che fa venire i brividi".

C.G. Jung, Analisi dei sogni

 

 

Cosa c’è alla base di ogni guerra e di ogni conflitto? La buona coscienza. La buona coscienza è quella che ci fa sentire appartenenti a qualcosa di più grande, a una famiglia, a una religione, a un Dio, a una passione, dagli amici del cavallo ai tifosi di una squadra di calcio. Non appena la nostra coscienza individuale abdica a favore di una coscienza collettiva, essa cessa di espandersi, lo può fare solo nei limiti imposti da quella coscienza collettiva nella quale crede o si sacrifica. E questi limiti sono imposti da leggi, dogmi, tabù, miti, regole non scritte che definiscono e caratterizzano quella specifica religione, cultura, passione, filosofia.

 

La legge che ci vincola e che agisce consciamente e inconsciamente è quella dell’appartenenza, sentirsi parte di un clan, di una tribù, di una religione, di un club va talvolta a compensare le nostre ferite di esclusione dell’infanzia, o di qualcuno col quale ci siamo identificati. E ciascuno di noi è convinto che la voce della nostra buona coscienza che ci fa restare diligentemente fedeli alla coscienza collettiva nella quale ci siamo identificati sia la voce di Dio, e dunque la dobbiamo seguire.

Questa legge agisce come il senso dell’equilibrio, non appena sentiamo di perderlo attuiamo istintivamente un piccolo movimento che ci fa ritornare all’interno del “nostro spazio sicuro”, spazio che in realtà non è più solo nostro, o talvolta, non lo è più o meglio, non lo è stato mai. Se perseguiamo a infrangere la legge, la morale, a spezzare un tabù, ecco che ci sentiamo in colpa.

Dice Hellinger “L’immagine del peccato è come una frusta nelle mani di coloro che vogliono sottomettere l’umanità alla loro volontà”. Quanti tribunali di inquisizione continuiamo a vedere eretti a difesa di questa o di quella morale, di questa o di quella religione, tutti invocati indistintamente “nel nome di dio”? Si, ma di quale dio? Quale dio vuole questo? Quando pensiamo a dio a chi stiamo realmente pensando o invocando dentro di noi? dio Padre? Dunque il Padre? dio Madre? La nostra morale?

Non appena ci sentiamo in colpa, iniziamo un movimento per redimerci, un movimento che spesso comporta una penitenza. E tale penitenza si trasmette tra le generazioni dove spesso ritroviamo la figura, note a molte religioni, del “capro espiratorio”, o in molti miti e leggende, dell’eroe sacrificale, colui che si fa carico di tutte le (presunte) colpe dei propri antenati per espiare in nome di tutti tramite il proprio sacrificio oppure colui che vuole “vendicare” i soprusi subiti dai propri antenati, o dalla propria gente, immolandosi a nome loro. E nel tentativo (illusorio) di espiare si aggiunge un altro morto ai morti precedenti. I movimenti di colpa ed espiazione portano entrambi verso il basso, conducono alla morte.

Nei templi di Moloch si gettavano i primogeniti nelle fiamme nel tentativo di cancellare le colpe dei genitori o dei predecessori, mentre i genitori e i parenti suonavano e danzavano per coprire le urla dei bambini.

Alcune famiglie sacrificano un figlio o una figlia alla Chiesa, o a un santo, o a non farsi una famiglia, per risolvere malattie transgenerazionali, per cancellare una colpa grave, e guarda caso per le circostanze della vita alla fine, tra un partner e l’altro, la figlia (o il figlio) non si sposa e resta “a disposizione” della famiglia, fedele alla sua coscienza collettiva in cerca di riscatto, vittima del suo sortilegio.

L’intero occidente cristiano, e in generale questo accade per le principali religioni monoteiste altrove, è stato soggiogato dalle rispettive Chiese, istituzioni che traggono forza e alimento dall’idea di colpa e penitenza. Tutto questo agisce dentro di noi, nei rapporti con noi stessi, nelle nostre relazioni, nella la nostra anima, nel rapporto col divino, attraverso i rispettivi codici morali, tabù, precetti, comandamenti.

 

Le domande  alle quali cercheremo di rispondere in questo seminario sono:

  • Da dove vengono questo dio o questi dei?
  • Sono al servizio di forze evolutive ed universali?
  • Come agiscono dentro di noi? Come ci condizionano?
  • Che ne è dei miti che considerano i loro figli come prediletti e tutti gli altri peccatori o meritevoli di estinzione? Diventiamo più piccoli o più grandi di fronte a loro?
  • Che futuro hanno le religioni o tutte le coscienze collettive che si muovono a nome di un dio (incarnato o no) di fronte a questa forza?
  • Dove è finita la nostra coscienza individuale? Ha abdicato o è stata soggiogata rispetto a qualche forma pensiero o eggregora? Proiettiamo questi condizionamenti nelle nostre relazioni?

 

E soprattutto:

  • Come possiamo raggiungere il nostro centro? Il nostro centro spirituale? Il centro di tutto ciò che è, è stato e sarà?
  • Dove batte il cuore di quella forza creatrice che ci ha portati in vita e che ci mantiene in vita in ogni momento, consapevoli e forti, insieme a tutto ciò che è, che è stato, e che sarà?


Operatori

Luciano Silva e Martina dell'Acqua


Dove e quando

Sede: Via Campagna 80/B - Induno Olona (Varese)

Inizio Sabato 9 Marzo 2019 ore 09.30 - Fine Domenica 10 Marzo ore 17.30 circa



Prerequisiti

Consigliato saper fare il viaggio sciamanico ed essere in contatto con un Maestro Spirituale (anche attraverso altre pratiche).

 

Non sono ammessi

  • Persone con problemi epilettici, cardiaci, o sottoposti a terapie con psicofarmaci in corso.
  • Persone che fanno uso di droghe o alcool.
  • Persone con particolari patologie gravi (segnalare eventualmente durante l’iscrizione se ci sono particolari malattie in corso o le terapie in essere).
  • Minorenni

 

Note

  • Si consiglia di indossare abiti comodi.
  • Si rammenta che questa pratica non è da intendersi sostitutiva ad alcuna forma di terapia medica o psicologica in corso.
  • Non è consentita alcuna forma di registrazione audio e video.
  • Tutte le informazioni personali e famigliari ricevute direttamente o indirettamente dall'Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico sono utilizzate solo ed esclusivamente ai fini dello svolgimento di questo lavoro e soggette alla attuale legislazione vigente in tema di privacy. Per ulteriori informazioni ciccate qui: raccolta dati personali - privacy.

 

Altre informazioni

Per approfondire l'argomento  potete consultare i nostri articoli pubblicati nell'area Articoli e Interviste dove trovate diversi contributi sul tema.

Nel menù Risorse/Bibliografia sono suggeriti dei testi relativi alla analisi sistemica, le costellazioni familiari e la terapia familiare. Potete leggere una breve recensione ed acquistare on line, tramite il nostro sito, sul portale del Giardino dei Libri.

 

Costellazioni Familiari Sciamaniche®  Costellazioni Sciamaniche® sono marchi registrati dall'Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico.


Contributo richiesto per l'evento

La partecipazione all'evento è riservata ai soci e richiede un contributo di 300,00 Euro.

Iscrizione entro il 28/02/2019.



>> Iscrizione

I prossimi eventi

Universi e Vite Parallele

(18/01/2019)

Uscire dallo spazio-tempo ordinario per accedere ad altre esperienze di vita

>> Maggiori informazioni


Il Viaggio Sciamanico e l'incontro con gli Spiriti Alleati

(19/01/2019 - 20/01/2019)

Seminario Base di Sciamanesimo

>> Maggiori informazioni

Active Dreaming - La via del sognare attivo

Nuova disciplina sull'Arte del Sognare.

Active Dreaming è un modo di parlare e camminare nei nostri sogni

Active Dreaming è un metodo di sogno lucido sciamanico

Active Dreaming è un modo di vivere consapevole.

Unisciti ai prossimi cerchi del sogno per apprendere le tecniche di Active Dreaming. A breve, un percorso di formazione dedicato.

Leggi tutto


Social

FacebookYouTubeGoogle+LinkedIn

Il Forum

Spazio di condivisione e confronto riservato ai soci e praticanti dell'Associazione

>> Info per registrazione

Strumenti sciamanici

Tamburi in pelle naturale e sintetica per il Viaggio Sciamanico, CD, DVD ed altri strumenti utili per la pratica.

>> Maggiori informazioni

Sessioni individuali

Sessioni, trattamenti e consulenze individuali con gli operatori.

>> Maggiori informazioni

Coming soon

Corso di formazione biennale in Sciamanesimo - 9^ Edizione - 2019-2020

Inizio 16 Febbraio 2019 - Fine 28 Giugno 2020

Un percorso esperienziale di crescita personale, di trasmutazione e di guarigione, con tecniche di core-shamanism e pratiche apprese direttamente dagli operatori da sciamani, spiritisti e guaritori indigeni.

Chiusura iscrizioni 31 Gennaio 2019- Posti limitati

Maggiori informazioni

Il nuovo libro di Luciano Silva

Costellazioni familiari sciamaniche: un libro di Luciano Silva

In questo spazio si respira un'aria diversa, risplende un'altra luce, regna un amore incondizionato e compassionevole in grado di accogliere tutto e tutti. In esso ci si apre a un nuovo futuro, a un altro futuro. In esso, riprendiamo a vivere la nostra Grande Storia.

Active Dreaming - La via del sognare attivo

Nuova disciplina sull'Arte del Sognare.

Active Dreaming è un modo di parlare e camminare nei nostri sogni

Active Dreaming è un metodo di sogno lucido sciamanico

Active Dreaming è un modo di vivere consapevole.

Unisciti ai prossimi cerchi del sogno per apprendere le tecniche di Active Dreaming. A breve, un percorso di formazione dedicato.

Leggi tutto

Il forum

Spazio di condivisione e confronto riservato ai soci e praticanti dell'Associazione

Info per registrazione

FacebookYouTubeGoogle+LinkedIn

Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico - Tel 338.1838983 - Email info@ilcerchiosciamanico.it - Fax 0332.204364 - P. Iva 03109910129 - Disclaimer - Privacy Policy

Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico

Tel 338.1838983 - Fax 0332.204364

Email info@ilcerchiosciamanico.it

P. Iva 03109910129

Disclaimer

Privacy Policy

Uluru Web Design