Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Questo sito non usa cookie di profilazione. Puoi continuare a navigare in questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su “Accetto” permettendo il loro utilizzo. Per ulteriori informazioni consulta la nostra privacy policy.  

Coming soon

CORSO DI FORMAZIONE SU L'ARTE DEL SOGNARE SCIAMANICO™

Sciamanesimo e Arte del sognare uniti assieme in una avventura nuova e avvincente.

Un percorso di risveglio del nostro sognatore interno per accedere e reclamare il potere trasformativo dei sogni, comprendere i messaggi delle guide, navigare nella sicronicità della vita di ogni giorno.

Iscrizioni aperte, early bird price per iscrizioni entro il 31 Luglio 2019.

>> Maggiori informazioni

Il nuovo libro di Luciano Silva

Costellazioni familiari sciamaniche: un libro di Luciano Silva

In questo spazio si respira un'aria diversa, risplende un'altra luce, regna un amore incondizionato e compassionevole in grado di accogliere tutto e tutti. In esso ci si apre a un nuovo futuro, a un altro futuro. In esso, riprendiamo a vivere la nostra Grande Storia.

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Le ultime news

CORSO DI FORMAZIONE SCIAMANESIMO E TEMPO ATMOSFERICO
(26/03/2019)

Convenzione per pernottamento con Villa Porro Pirelli
(26/03/2019)

Active Dreaming - La Via del Sognare attivo - Cerchi del Sogno e Seminari
(23/11/2018)

La scomparsa di Doña Julia Julieta Casimiro - sacerdotessa mazateca dei funghi sacri
(24/07/2018)

Articoli e interviste

L'Albero magico - di Luciano Silva
(17/05/2019)

In onore dell'Heyoka - di Wambli Sina Win
(13/05/2019)

John Fire Lame Deer sui Thanderbirds e i Sacri Clown nella Via di Medicina Lakota
(10/04/2019)

Una storia sull'origine dei Thunderbeings - Esseri o Uccelli di Tuono
(08/04/2019)

Letture suggerite

Sciamanesimo e Guarigione: un libro di Luciano Silva

Il potere è impersonale, è sempre lo spirito a decidere a chi far giungere il suo soffio liberatorio.


Robert Moss, "Il ragazzo che tornò dall'aldilà", Ediz. Oscar Mondadori

>> Vai alla bibliografia generale

Articoli ed interviste > La pausa espiratoria e il mistero del respiro. - Michael Krugman

Copyright © 2008 by Michael Krugman. Tutti i diritti riservati.


Traduzione italiana Ass. Culturale Il Cerchio Sciamanico su gentile concessione


“La più bella esperienza che possiamo avere è il mistero. E’ l’emozione fondamentale che sta alla sorgente della vera arte e della vera scienza. Chi non lo sa e non può più meravigliarsi, non prova più meraviglia, è come morto, e i suoi occhi sono offuscati.”

Albert Einstein

 

Noi respiriamo secondo le nostre sempre mutevoli necessità. Il nostro bisogno di respirare, di ossigeno, cambia in risposta al livello della nostra attività, delle nostre emozioni, della nostra postura, dell’ambiente in cui siamo e di altri fattori. E il respiro adatta se stesso istantaneamente e con una misteriosa accuratezza a questi cambiamenti – perfino nel corso di un singolo respiro.

Per esempio, iniziamo una inalazione e, circa a metà, chiudiamo una narice. In risposta, riflessivamente facciamo una delle due cose – ma non entrambe – per compensare il deficit di respiro: o prolunghiamo la fase dell’inspirazione, o inaliamo con maggiore forza. Non occorre pensarci: l’azione si modifica involontariamente, inconsciamente.  

Oppure provate così: intenzionalmente prolungate una espirazione. Questo produce una leggera, momentanea ipossia (n.d.t. privazione di ossigeno). Come risultato la successiva inspirazione sarà spontaneamente più profonda della precedente. Ancora, il cambiamento accade involontariamente. Nessun pensiero o volizione conscia è richiesto.

Riflettete come questi meccanismi assicurano che noi riceviamo esattamente la giusta quantità di respiro in ogni momento della nostra vita. Ma chiediamoci, esattamente quanto respiro ci serve in un dato istante ? La risposta non è disponibile ad essere analizzata: la rivelazione sta solo nell’atto del fare un respiro. Il respiro ha una sua saggezza e questa saggezza è nel corpo, non nella mente. Il corpo semplicemente respira, e lo fa con squisita accuratezza, 24 ore al giorno per l’intera nostra vita. Nel corso di una vita, respiriamo circa 600 milioni di volte. Tutto ciò, ed altro ancora, fa del respiro uno dei grandi misteri della vita.

Un altro meccanismo essenziale che il corpo utilizza per regolare il consumo di ossigeno è la pausa espiratoria. Questo è un periodo alla fine dell’esalazione durante il quale il movimento respiratorio cessa spontaneamente per un istante. E’ un meccanismo riflesso involontario, privo di sforzo, necessario per la salute, la vitalità e per la vita stessa.

La lunghezza della pausa espiratoria è fortemente variabile. Ogni qual volta c’è un surplus di ossigeno  nel corpo alla fine di una esalazione, come spesso accade durante i periodi di tranquillità fisica o di un profondo rilassamento, la pausa espiratoria diventa più lunga per permettere al surplus di ossigeno di essere consumato. Una pausa espiratoria molto lunga può durare fino ad un completo ciclo respiratorio o anche di più, come se saltassimo un’intera respirazione completamente. Quando la nostra richiesta di ossigeno è maggiore, per esempio durante un’attività vigorosa, la pausa espiratoria può diventare molto corta, perfino impercettibile, per permettere una immediata assunzione di fresco ossigeno.

La lunghezza della pausa espiratoria ha effetto sul nostro stato emozionale ? Sicuramente si. Nel suo eccellente studio sui fondamenti neurologici della meditazione, “Zen and the Brain”, James H. Austin, M.D. scrive eloquentemente sulla pausa espiratoria. “Quale delle nostre emozioni basilari si manifesta maggiormente durante questa pausa ?”, egli chiede. “Solo tenerezza. In contrasto, la paura  allunga la fase inspiratoria e aumenta l’ampiezza del respiro”.

La pausa espiratoria è una caratteristica indispensabile del meccanismo respiratorio. Di conseguenza, dovrebbe essere una caratteristica egualmente indispensabile nel bagaglio di conoscenze di base di ogni educatore somatico o terapista, o per coloro i quali il respiro è uno strumento di auto guarigione o di crescita personale. La cultura in generale, e molte delle nostre discipline somatiche, ci hanno insegnato a valorizzare la “respirazione profonda e diaframmatica”, e a restare vigili contro l’abitudine non necessaria di trattenere o fermare il respiro, sebbene sia un risultato di scoordinazione, ansietà, malattia o altri fattori. Con questa fissazione sul respiro più pieno, più profondo, il delicato, innato e riflessivo equilibrio del respiro, così squisitamente sensibile alle nostre necessità metaboliche di ogni istante, viene soppiantato dal crudo, volontario impulso di prendere tutto il respiro che possiamo in ogni dato momento. All’interno di questo monotono paradigma della “respirazione profonda”, la pausa espiratoria naturale e necessaria, la cui funzione primaria è di ridurre il volume del respiro e che di fatto causa l’arresto dei movimenti del respiro per un intervanno indefinito, tendono ad essere fraintesi. Chi di noi smette di apprezzare le misteriose modalità della pausa espiratoria potrà anche smettere di distinguerla dal parassitario  trattenere il respiro o di altre cessazioni inappropriate del suo ritmo.

Come risultato, possiamo non intenzionalmente considerare patologico ciò che invece è innato, consapevole, completamente normale, necessario e benefico. In questo caso, i nostri clienti ricevono implicitamente il messaggio “da asporto” che “qualcosa è sbagliato” nel loro respiro o, peggio, che il controllo volontario e la vigilanza costante sono richiesti per mantenere una “corretta” e “sana” respirazione. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità.

Forse la più grande lezione sulla pausa espiratoria è che il respiro è un meccanismo squisitamente delicato il cui funzionamento, sebbene immediatamente presente ai nostri sensi, rimane largamente sconosciuto, e dunque misterioso, sfuggente e dunque degno di una nostra rapita attenzione. Con questo spirito, lasciateci rinunciare alla manipolazione ed al controllo del respiro. Invece, lasciateci onorare questa parte vitale di noi stessi che rilfette una profonda, interiore saggezza che è dei nostri corpi, al di là delle nostre menti.

Alla fine, estendiamo  al nostro stesso respiro, alla nostra vita, ai nostri corpi respiranti la stessa tenerezza che è accesa in noi alla fine di ogni esalazione, prima che il respiro ricominci di nuovo.

I contenuti pubblicati in questa pagina sono protetti dalla normativa vigente in materia di tutela del diritto d'autore, legge 633/1941 e successive modifiche ed integrazioni.
È vietata per qualsiasi fine o utilizzo, la riproduzione integrale su internet e su qualsiasi altro supporto cartaceo e/o digitale senza la preventiva autorizzazione.
Immagini, grafici e testi, in originale, riprodotti o tradotti, appartengono ai rispettivi proprietari.

I prossimi eventi

Oltre la Paura

(07/06/2019)

Il Salto nell'Abisso

>> Maggiori informazioni


I traumi - la frammentazione e perdita dell'Anima

(08/06/2019 - 09/06/2019)

La guarigione dei traumi e il recupero dell'anima - 5° Modulo Corso di formazione biennale - 2^ Edizione 2018-2020

>> Maggiori informazioni

Active Dreaming - La via del sognare attivo

Nuova disciplina sull'Arte del Sognare.

Active Dreaming è un modo di parlare e camminare nei nostri sogni

Active Dreaming è un metodo di sogno lucido sciamanico

Active Dreaming è un modo di vivere consapevole.

Unisciti ai prossimi cerchi del sogno per apprendere le tecniche di Active Dreaming o iscriviti al Corso di formazione su L'Arte del Sognare Sciamanico.

Leggi tutto


Social

FacebookYouTubeGoogle+LinkedIn

Il Forum

Spazio di condivisione e confronto riservato ai soci e praticanti dell'Associazione

>> Info per registrazione

Strumenti sciamanici

Tamburi in pelle naturale e sintetica per il Viaggio Sciamanico, CD, DVD ed altri strumenti utili per la pratica.

>> Maggiori informazioni

Sessioni individuali

Sessioni, trattamenti e consulenze individuali con gli operatori.

>> Maggiori informazioni

Coming soon

CORSO DI FORMAZIONE SU L'ARTE DEL SOGNARE SCIAMANICO™

Sciamanesimo e Arte del sognare uniti assieme in una avventura nuova e avvincente.

Un percorso di risveglio del nostro sognatore interno per accedere e reclamare il potere trasformativo dei sogni, comprendere i messaggi delle guide, navigare nella sicronicità della vita di ogni giorno.

Iscrizioni aperte, early bird price per iscrizioni entro il 31 Luglio 2019.

Maggiori informazioni

Il nuovo libro di Luciano Silva

Costellazioni familiari sciamaniche: un libro di Luciano Silva

In questo spazio si respira un'aria diversa, risplende un'altra luce, regna un amore incondizionato e compassionevole in grado di accogliere tutto e tutti. In esso ci si apre a un nuovo futuro, a un altro futuro. In esso, riprendiamo a vivere la nostra Grande Storia.

I prossimi eventi

Oltre la Paura

(07/06/2019)

Il Salto nell'Abisso

Maggiori informazioni


I traumi - la frammentazione e perdita dell'Anima

(08/06/2019 - 09/06/2019)

La guarigione dei traumi e il recupero dell'anima - 5° Modulo Corso di formazione biennale - 2^ Edizione 2018-2020

Maggiori informazioni

Active Dreaming - La via del sognare attivo

Nuova disciplina sull'Arte del Sognare.

Active Dreaming è un modo di parlare e camminare nei nostri sogni

Active Dreaming è un metodo di sogno lucido sciamanico

Active Dreaming è un modo di vivere consapevole.

Unisciti ai prossimi cerchi del sogno per apprendere le tecniche di Active Dreaming o iscriviti al Corso di formazione su L'Arte del Sognare Sciamanico.

Leggi tutto

Il forum

Spazio di condivisione e confronto riservato ai soci e praticanti dell'Associazione

Info per registrazione

FacebookYouTubeGoogle+LinkedIn

Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico - Tel 338.1838983 - Email info@ilcerchiosciamanico.it - Fax 0332.204364 - P. Iva 03109910129 - Disclaimer - Privacy Policy

Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico

Tel 338.1838983 - Fax 0332.204364

Email info@ilcerchiosciamanico.it

P. Iva 03109910129

Disclaimer

Privacy Policy

Uluru Web Design